mondo

Covid, l’Olanda chiude i ristoranti e vieta l’alcol dopo le 20. In Belgio coprifuoco in due province

ADDIO IMMUNITÀ DI GREGGE

Se nello scorso marzo erano stati tra gli ultimi a ricorrere al lockdown, e pochi mesi dopo il premier si era fermamente opposto agli aiuti all’Italia, in Olanda la musica sembra cambiata. Secondo quanto riportano i media del Paese, tra cui RTL Nieuws, il governo dei Paesi Bassi che sta facendo i conti con la seconda ondata della pandemia pensa di chiudere completamente i ristoranti e vietare la vendita di alcolici dopo le 20, come misura per contenere la curva dei contagi. E dire che il premier Rutte, lo scorso 17 marzo (quando in Italia era già iniziato il lockdown), predicava la ormai celebre «immunità di gregge», affermando che gran parte della popolazione si sarebbe infettata.

Leggi anche > Dpcm firmato da Conte. Le misure: stop al calcetto, no feste private, locali chiusi alle 24

 

Nei giorni scorsi i Paesi Bassi hanno superato la soglia dei 6.500 contagi quotidiani. Le nuove misure, che nei Paesi Bassi hanno già suscitato le proteste degli imprenditori del settore, dovrebbero applicarsi per almeno due settimane e saranno presentate questa sera in conferenza stampa dal primo ministro Mark Rutte e dal ministro della Salute Hugo de Jonge. Le scuole rimarranno aperte così come le palestre.

 

In nottata – secondo quanto Rtl Nieuws e Nos hanno appreso da fonti coperte da riserbo – il governo stava ancora dibattendo se chiudere in una volta sola tutte le strutture ricettive o limitare ulteriormente gli orari di apertura. Anche gli esercizi commerciali del settore della ristorazione potrebbero dover chiudere alle 18 e rimanere chiusi nel fine settimana, secondo fonti citate dal Telegraaf. L’uso della rete dei trasporti pubblici verrebbe limitato a chi svolge lavori di importanza vitale e solo per gli spostamenti essenziali. Gli orari di apertura dei negozi notturni potrebbero essere ridotti. Verrebbero sospesi tutti gli sport amatoriali e sport di contatto per gli over 18.

 

IN BELGIO CONTAGI +79%, COPRIFUOCO IN 2 PROVINCE Continuano a crescere a ritmo sostenuto i contagi in Belgio. Tra il 3 e il 9 ottobre, secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili, le persone positive al Coronavirus sono state mediamente 4.449 al giorno, il 79% in più rispetto ai sette giorni precedenti. Tra il 6 e il 12 ottobre scorsi le ospedalizzazioni sono aumentate del 68,4% e le persone in terapia intensiva sono ora 267. Il tasso di positività ai test ha raggiunto quota 11,1%. Per fronteggiare la diffusione del virus due province, quella del Brabant vallone e del Lussemburgo, hanno deciso di decretare, a partire dalla mezzanotte di oggi, un coprifuoco notturno per i prossimi 15 giorni. Tra l’una e le sei del mattino nessuno potrà circolare se non per motivi sanitari o di lavoro.

Mostra altro...

Artigos relacionados

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'usarlo. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati definiti. Leggi di più
Accettare