Italia

Coronavirus in Italia, 69.176 casi totali e 6.820 morti. Il bollettino del 24 marzo

I dati della Protezione civile aggiornati al 24 marzo

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, 69.176 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (sono 5.249 persone in più rispetto a ieri per una crescita dell’8,2% ). Di queste, 6.820 sono decedute (+743) e 8.326 sono guarite (+894). Attualmente i soggetti positivi sono 54.030 (il conto sale a — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia). I dati sono stati forniti dalla Protezione civile.

Qui gli esperti spiegano quanto tempo servirà per capire se le restrizioni funzionano, qui invece quali sono le previsioni riguardanti il picco. Questa è la mappa del contagio in Italia.

I pazienti ricoverati con sintomi sono 21.937; 3.396 sono in terapia intensiva (+192 rispetto a ieri), mentre 28.697 sono in isolamento domiciliare fiduciario.

Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). Nella foto in alto è visibile quello dei soggetti attualmente positivi. La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.
Lombardia 30.703 (+ 1942)
Emilia Romagna 9.254 (+ 719)
Veneto 5.948 (+ 443)
Piemonte 5.515 (+ 654)
Marche 2.736 (+ 167 )
Liguria 2.116 (+ 192)
Campania 1.101 (+ 75)
Toscana 2.699 (+ 238)
Sicilia 846 (+ 125)
Lazio 1.728 (+ 188)
Friuli Venezia-Giulia 992 (+ 62)
Abruzzo 689 (+26)
Puglia 1.005 (+ 99)
Umbria 648 (+ 71)
Bolzano 781 (+ 57)
Calabria 319 (+ 27)
Sardegna 421 (+ 62)
Valle d’Aosta 400 (+ 7)
Trento 1.110 (+ 87)
Molise 73 (+6)
Basilicata 92 (+2)

FONTE CORRIERE.IT

FOTO INTERNET

Fonte
CORRIERE.IT
Mostra altro...

Artigos relacionados

Back to top button
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'usarlo. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati definiti. Leggi di più
Accettare