Miscellanea

In due mesi ha fatto più follower di Fedez in nove anni. Khaby Lame e il nuovo modello di viralità

Classe 2000, nato in Senegal, Khaban Lame vive a Chivasso, in Piemonte. Ora è tra i 10 profili più seguiti al mondo su TikTok

«E niente ragazzi siamo arrivati finalmente a due milioni di follower. Abbiamo fatto un milione in 24 giorni. Continuerò a pubblicare video e a farvi ridere». Il 3 aprile Khaby Lame ha pubblicato uno dei suoi tanti video su TikTok. Due palloncini in mano, color oro. Uno a rappresentare un 2 e uno che invece indicava una M. Il ringraziamento per un traguardo inaspettato. A poco più di due mesi da quel video ora i follower sul profilo TikTok di Khaby sono diventati 52 milioni. Posizione numero 8 nella top 10 mondiale dell’applicazione. A un passo da Will Smith e Bella Poarch ma ancora distante da Charli D’Amelio, regina di questo social con 115 milioni di follower. Una cavalcata che ovviamente ha portato a rimorchio anche gli altri social.

Khaby Lame, al secolo Khabane Lame, ha 21 anni. È nato il 9 marzo del 2000 in Senegal e vive a Chivasso, in Piemonte. Oltre a essere l’italiano più seguito su TikTok sta cominciando anche a scalare le classifiche di Instagram. Nelle ultime ore ha raggiunto i 12,7 milioni di follower. Circa 200 mila in più di Fedez. La sua curva di crescita è impressionante. Guardando i dati sul portale Ninjalitics il grafico è praticamente verticale, sembrano i Bitcoin nei tempi d’oro.

 

NINJALITICS | Il grafico con i dati di Khaby Lame dal luglio 2020 a oggi

Dopo TikTok, la scalata di Instagram

YOUTUBE | Una raccolta di video di Khaby Lame

Il profilo Instagram di Khaby è cresciuto negli ultimi mesi al ritmo di 2 milioni di follower alla settimana, con un picco di 2,7 milioni di follower nella prima settimana di maggio. Il giorno in cui tutto è iniziato è stato il 5 aprile, quando l’algoritmo di TikTok ha cominciato a mandare in tendenza alcuni suoi video. Qui Khaby aveva appena 100 mila follower su Instagram. Giusto per fare qualche confronto. Amanda Gorman, la poetessa intervenuta all’insediamento del presidente Usa Joe Biden, dopo la sua apparizione ha macinato 3 milioni di follower in pochi giorni. Ora, dopo essere intervenuta alla finale del Super Bowl, è arrivata a 3,8 milioni.

Fedez ha pubblicato la sua prima foto su Instagram nell’aprile 2012. Se ve lo state chiedendo era un piatto di patate e polpette. Erano gli anni in cui il cantante aveva un contratto con la label Tanta Roba, aveva appena pubblicato Il mio primo disco da venduto e apriva i concerti di Gue Pequeno. Dopo nove anni, quattro edizioni di X Factor, pile di dischi di platino, il matrimonio con Chiara Ferragni, un concerto a San Siro e tutto quello che è successo il Primo Maggio, è arrivato a 12,5 milioni di follower.

Un nuovo modello di crescita

Ma cosa fa Khaby Lame sui social? Comicità prima di tutto. I suoi video si basano su un modello piuttosto semplice: sono reaction. Khaby prende dei video in cui altre persone hanno cercato di risolvere in modo complesso problemi di tutti giorni e offre una soluzione semplice e intuitiva. Nessuna parola. Solo gesti e una serie di espressioni che ormai sono diventate un meme. Un silenzio che senza dubbio gli ha aperto le porte di un successo internazionale. Dopo il boom e la viralità, ora si apre la partita difficile. Sicuramente Khaby è riuscito a fare quello che nelle scorse settimane aveva confidato in una delle sue prime interviste: «Un mio grande desiderio è rendere tutto questo un lavoro, ho già vari progetti per la testa».

Con TikTok però stiamo vedendo un modello diverso di viralità. La piattaforma nata in Cina permette di ottenere un seguito molto più rapido degli altri social. E capire come sfruttarlo una volta arrivati in vetta non è semplice. Soprattutto quando nell’arco di pochi mesi ci si ritrova esposti a così tanti utenti. Nei giorni scorsi anche Charli D’Amelio, classe 2004 e creator più seguita dell’app, ha confessato che non è semplice gestire tutta la visibilità che ha ottenuto negli ultimi anni: «Ho cominciato con TikTok per fare video di ballo divertenti con i miei amici e adesso è diventata tutta una competizione. Sta cominciando a diventare difficile pubblicare video ed essere esposte a così tante critiche».

fonte valerio berra open.infoline

Mostra altro...

Artigos relacionados

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza nell'usarlo. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati definiti. Leggi di più
Accettare